Background Image

Il nostro vivere è amare come Dio ci ama

Carissimi,
è l’amore di Dio che dà vitalità alla nostra vita. Senza l’amore di Dio donato incessantemente in Cristo Gesù nello Spirito Santo all’uomo, l’uomo sarebbe spento e il suo vivere sarebbe insignificante.
Con l’amore di Dio in noi tutto diventa luminoso, meraviglioso, carico di gioia di vivere, di donare e di amare il Signore, se stessi e gli altri, di perdonare chi ci ha fatto del male e coloro che ci hanno causato delle ferite.
L’amore di Dio è la sorgente della vita, della gioia e della grazia. Non c’è vita senza l’amore di Dio che la anima, che la sostiene e che la arricchisce per mezzo dell’opera dello Spirito Santo in Cristo Gesù. Pertanto, vivere significa amare, amare sempre; l’amore ci rende dinamici, attivi, caritatevoli, benevoli e operosi nella carità. La carità trasforma la vita, la rende bella, ci porta a gioire nel servire il Signore nei malati, nei poveri, nei bisognosi e nelle persone indigenti. La carità ci porta ad amare il prossimo come Gesù ci insegna.
Ma, ci chiediamo: chi è il mio prossimo? La risposta ce la dona Gesù nel suo Vangelo con la parabola del Buon Samaritano che trovi in Luca 10,29-36.
La carità ci porta ad amare ogni figlio di Dio nello stesso modo in cui, con la forza dello Spirito Santo, lo ama Dio, lo ama Cristo Gesù, lo ama lo Spirito Santo.
Carissimi volontari e volontarie del Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione, serviamo il Signore con gioia tendendo la mano ai poveri: lì c’è anche la presenza di Gesù. Apriamo il nostro cuore incontrandoli; guardiamoli come Gesù li guarda e ci guarda; trasmettiamo loro il calore dell’amore di Cristo Gesù. Spezziamo intorno a noi e nell’incontro con loro la pesante solitudine che causa intensa sofferenza nella vita dell’uomo e dei nostri poveri tanto amati da me e da voi.
Chiediamo a Maria, Madonna del s. Rosario, pregando e meditando i misteri che ci vengono proposti, di incarnare nel nostro quotidiano l’amore di Dio Padre, la grazia del Signore nostro Gesù Cristo, la comunione dello Spirito Santo, tenendo sempre ben presente che: «Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato… Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me» (Mt 25, 34-35.40).
E san Paolo conferma: «Dio ama chi dona con gioia» (2Cor 9,7).

Don Adriano

Salva

Salva

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.

Dove c’è vero amore di Dio c’è sempre servizio per l’uomo, un servizio, però, fatto con gioia, con umiltà e con tenerezza. 

(Don Adriano)