Background Image

Natale del Signore: dono dell’amore di Dio a tutta l’umanità

 

Carissimi tutti,

è bello ed è importante preparare la festa dell’amore di Dio nel cuore di ciascuno di noi.
È Natale del Signore quando noi preghiamo, quando noi perdoniamo, quando noi serviamo il Signore con gioia esercitando la carità nei fratelli bisognosi, malati, poveri, senza fissa dimora.
È Natale quando noi ci vogliamo bene, ci accettiamo così come siamo rendendo gloria al Signore. È Natale quando noi celebriamo l’Eucaristia sacramento della carità, della bontà e della tenerezza, e quando noi ci accostiamo al sacramento della riconciliazione per ricevere in dono il perdono e la grazia di Gesù.
È Natale quando noi siamo misericordiosi come è misericordioso Dio, Padre di infinita bontà, e ci preoccupiamo di avere un cuore misero, povero che sente la propria miseria. Quando ci sentiamo poveri e peccatori, per capire la povertà dell’altro, siamo pronti ad accoglierlo, a solidarizzare con lui, a operare con lui la propria salvezza. È una intuizione stupenda!
Non si può contemplare il mistero della salvezza, del Verbo di Dio incarnato, del Natale del Signore, se si è ricchi di se stessi, se nel cuore non c’è spazio per l’amore di Dio che si dona e si manifesta a tutta l’umanità, se non c’è spazio per i poveri, per gli indigenti, per i malati, per i sofferenti e per quelle persone che non contano nulla e che sono ai margini della società.
Il Signore Gesù è venuto a salvarci, a liberarci dalla schiavitù del peccato facendosi debole e povero; è un insegnamento stupendo! è Gesù che, incarnandosi, ci rivela la misericordia di Dio; Egli si è fatto uomo povero, debole, tentato, solidale con la sofferenza di tutta l’umanità.
San Paolo scrivendo ai Filippesi ci dice: «Il Signore Gesù, pur essendo di natura divina, non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio, ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini; apparso in forma umana, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce. Per questo Dio l'ha esaltato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni altro nome, perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra; e ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore, a gloria di Dio Padre» (Fil 2,6-11).
Natale è festa dell’amore di Dio donato! «Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio» (Gv 3,16-18).
Maria, donna della contemplazione e dell’azione, accompagni il nostro cammino natalizio.

Auguro a tutti voi e alle vostre famiglie un sereno e santo Natale.

Don Adriano

Salva

Salva

Salva

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova, presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina n° 3492238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.

Dove c’è vero amore di Dio c’è sempre servizio per l’uomo, un servizio, però, fatto con gioia, con umiltà e con tenerezza. 

(Don Adriano)