Background Image

Lettera a tutto il Cenacolo

Aprile 2013

Carissimi fratelli e sorelle del Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione: volontari e volontarie.

È per me una grande gioia rivolgermi a ciascuno di voi con questa mia lettera.
Il Cenacolo diventa sempre più credibile e luminoso se davvero tutti ci impegniamo con fede e con gioia a vivere la carità di Cristo Gesù. La comunità di fede in cammino del Cenacolo deve diventare la scuola dove si impara ad amare Dio, ad amare i fratelli e le sorelle con cui si compie un cammino di fede, di speranza, di carità, di preghiera e di vita sacramentale; ad amare e servire l’umanità bisognosa della misericordia di Dio, della sua bontà, della sua compassione e della solidarietà fraterna con particolare attenzione ai poveri, ai malati, ai diseredati e alle famiglie povere. Teniamo sempre ben presente che dove c’è un povero lì c’è Gesù che tende la sua mano a coloro che sono chiamati a servirLo nel povero con tanto amore, dolcezza, delicatezza e dedizione.

Gli apostoli in merito ci dicono:

  • “amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nello stimarvi a vicenda” (Rm 12,10);
  • “abbiate i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri; non nutrite desideri di grandezza; volgetevi piuttosto a ciò che è umile. Non stimatevi sapienti da voi” (Rm 12,16);
  • “Accoglietevi perciò gli uni gli altri come anche Cristo accolse voi, per la gloria di Dio” (Rm 15,7);
  • “fratelli miei, sono anch'io convinto, per quel che vi riguarda, che voi pure siete pieni di bontà, colmi di ogni conoscenza e capaci di correggervi l'un l'altro” (Rm 15,14);
  • “mediante l'amore siate invece a servizio gli uni degli altri” (Gal 5,13);
  • “confortatevi a vicenda e siate di aiuto gli uni agli altri, come già fate” (1Tes 5,11);
  • “sopportandovi a vicenda nell'amore” (Ef 4,2);
  • “Siate invece benevoli gli uni verso gli altri, misericordiosi, perdonandovi a vicenda come Dio ha perdonato a voi in Cristo” (Ef 4,32);
  • “pregate gli uni per gli altri per essere guariti. Molto potente è la preghiera fervorosa del giusto” (Gc 5,16);
  • “Rivestitevi tutti di umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili” (1Pt 5,5);
  • “non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo, a suo tempo mieteremo. Poiché dunque ne abbiamo l'occasione, operiamo il bene verso tutti, soprattutto verso i fratelli nella fede” (Gal 6, 9-10).

Sono pure necessarie le relazioni umane arricchite dall’educazione, dalla gentilezza, dalla sincerità, dal controllo di sé, dalla delicatezza; anche dal senso dell’umorismo e da un forte spirito di condivisione.

Attenti, carissimi, agli ostacoli che si impongono per non farci vivere la carità di Cristo Signore e la fede in Dio, fonte di grazia e di bontà. Ne elenco alcuni che riguardano, ad esempio, l’amore al proprio io:

  • possesso: ho, dunque, sono; oppure: io sono tanto quanto posseggo;
  • soddisfazione dei sensi, cioè concupiscenze dell’amore all’io: fornicazioni, impurità, passioni, desideri cattivi;
  • orgoglio dell’io superbo che ci fa dire: faccio a meno di Dio.

Pertanto, se si vuole davvero crescere spiritualmente viviamo nella e della carità di Cristo. Impegniamoci a vivere il modo di amare che è proprio di Dio, di Cristo Gesù, dello Spirito Santo; ad amare Dio e il prossimo: questa è la nostra bella e grande vocazione.
Dice San Giovanni: “Se uno dice: "Io amo Dio" e odia suo fratello, è un bugiardo. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede” (1Gv 4,20).
Carissimi, la grazia, la gioia e la bontà del Signore siano sempre con tutti noi, con tutto il Cenacolo e con tutti i volontari e le volontarie.

A tutti voi una santa Pasqua ricca di doni del Signore Risorto!

Don Adriano Gennari
Pasqua di risurrezione 2013

 

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.