Background Image

Ematoma subdurale fronto-parietale dx

Dal mese di ottobre 1998, io e mio marito frequentiamo il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione, le messe dei lunedì sera e quelle dei primi venerdì di ogni mese. da allora ci siamo riavvicinati con più assiduità alle preghiere, alla s. Messa e alla confessione.
In tutti questi anni abbiamo avuto modo di constatare che Dio ci è stato vicino e ci ha aiutato a superare diverse difficoltà relative a salute e momenti difficili familiari superati con la forza della preghiera.
Il mattino del 1/2/2013, dopo una notte di forte mal di testa, mentre mio marito camminava, io notavo che trascinava la gamba destra e muoveva male il braccio.
Dopo una visita, la nostra dottoressa mi consigliava di accompagnarlo subito al pronto soccorso dell’ospedale e, dopo tutti i vari controlli e T.A.C., i medici mi comunicavano che sarebbe stato ricoverato per qualche giorno in attesa di trasportarlo al CTO per sottoporlo ad un intervento chirurgico alla testa in quanto si era formato un ematoma tra la scatola cranica e il cervello.
Il giorno seguente mio marito continuava a peggiorare e a perdere un po’ i sensi, però i dottori prendevano tempo in quanto mio marito assumeva da anni la cardioaspirina che avrebbe potuto causare pericoli per l’operazione.
Al mattino del terzo giorno di ricovero, quando sono giunta in ospedale ho trovato mio marito addormentato, incosciente. Era domenica, non trovavo un medico e le infermiere mi dicevano che appena ce ne fosse stato uno disponibile sarebbe venuto a visitarlo. Io però vedevo che peggiorava sempre di più; ero disperata e, non sapendo più a chi rivolgermi, decisi di telefonare a don Adriano chiedendogli di aiutarmi e lui mi rassicurò dicendomi che avrebbe iniziato subito a pregare per mio marito.
Dopo pochi minuti arrivò casualmente il primario del reparto che quel giorno non avrebbe dovuto essere in servizio; vedendo la gravità della situazione lo fece trasportare con urgenza al CTO dove è stato subito operato. Alla sera stessa ha iniziato a risvegliarsi e a rispondere alle prime domande.
Due giorni dopo l’intervento, la dottoressa che lo ha operato, l’ha fatto alzare e, con stupore, constatava la notevole ripresa sia per quanto riguarda la memoria che per la funzionalità degli arti.
La convalescenza è stata di qualche mese; le successive visite e TAC continuavano evidenziare miglioramenti. La dottoressa, esaminando l’ultima TAC effettuata il 23 maggio 2013, ci comunicò con un grande sorriso che tutto era a posto dicendo: “Ce l’abbiamo fatta!”.
Il prossimo controllo cautelativo sarà fra sei mesi.
Con questa testimonianza vogliamo ringraziare Gesú e la Madonna per questa straordinaria guarigione. ringraziamo anche don Adriano per averci sostenuti con la sua intensa preghiera in momenti così difficili, il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione e tutte le persone che hanno pregato per noi.

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova, presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina n° 3492238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.