Background Image

Testimonianze

Le testimonianze sono depositate presso la sede dell'Associazione Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione.

Mia figlia ha riacquistato l’udito

Da circa undici anni frequento con tanta fede il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione e ultimamente invito molte persone a partecipare alle celebrazioni eucaristiche e alle preghiere di intercessione per ottenere in dono la guarigione e quindi ne accompagno diverse che hanno difficoltà a raggiungere la chiesa Nostra Signora della Salute o il Monastero di Casanova. Questo mio impegno è per ringraziare il Signore di una guarigione che io stessa ho ricevuto diversi anni fa quando sono stata liberata da un forte esaurimento che mi causava acuti dolori allo stomaco, ma soprattutto per la guarigione di mia figlia.
Nel mese di marzo 2004 mia figlia accusò un grave problema di udito. Infatti dopo una semplice influenza incominciò a lamentarsi perché non riusciva più a sentire dall’orecchio sinistro. Il medico di famiglia mi consigliò di sottoporla ad una visita audiometria e di effettuare degli esami più approfonditi presso l’ospedale di Chivasso. In seguito al referto i medici mi comunicarono che risultava la perdita totale dell’udito dall’orecchio sinistro.
Io non volevo arrendermi a questa situazione e allora mi rivolsi a diversi specialisti dai quali però continuavo a sentire sempre la medesima risposta, cioè che non vi era più nulla da fare. Quando proposi di dotare mia figlia di una protesi acustica, tutti furono concordi nel sostenere che non sarebbe servito a nulla anzi,che vi era il rischio di perdere l’udito anche dall’altro orecchio e che avrei affrontato delle spese inutili.
Ci recammo da don Adriano il quale pregò intensamente e assiduamente su mia figlia e il 15 gennaio 2008 la accompagnai per una visita audiometria e il dottore mi informò che aveva riacquistato un po’ di udito e che avrebbe potuto mettere anche un apparecchio acustico. Questa notizia mi riempì di gioia e quasi stentavo a crederci. Il 22 gennaio dello stesso mese mia figlia mise l’apparecchio ed è felice perché finalmente può di nuovo sentire normalmente.
Ringrazio e lodo il Signore per aver concesso a mia figlia questa meravigliosa grazia e sono riconoscente a don Adriano per le sue preziose preghiere di intercessione e di quelle del Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione.

È tornata la pace in famiglia

Mi chiamo Teresa; frequento il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione con mio marito Gianfranco. Ho tre figli sposati e sono nonna di due nipotini.
La mia prima figlia che vive con il marito a Monza, con un bimbo di tre anni, sposata da tredici anni, a Pasqua di quest’anno 2007 venne a trovarmi con il suo bambino. Poiché suo marito non era con lei, le chiesi il motivo e lei mi rispose che da un anno non vanno più d’accordo, non si sopportano più e che sono già stati dall’avvocato per decidere la separazione.
Mi è caduto il mondo addosso, anche perché non mi avevano mai informata della loro situazione.
Mio marito telefonò a don Adriano il quale disse che avrebbe subito pregato per loro e che li avrebbe ricordati durante la celebrazione eucaristica. Più il tempo passava e più perdevo la speranza in una loro riconciliazione.
Domenica 26 agosto 2007 partecipai all’incontro di preghiera presso il Monastero abbaziale di Casanova. In quell’occasione, durante le preghiere di guarigione, don Adriano disse che il Signore stava operando con il suo amore la riconciliazione in una coppia in crisi. In quel momento pensai a mia figlia e a mio genero.
Lunedì 10 settembre 2007 squillò il telefono; era mia figlia e mi disse: “Mamma, ti devo dare una bella notizia, mio marito ed io non ci separiamo più”. Le chiesi che cosa era successo, lei disse: “Sono stata illuminata, sento la gioia e una grande pace dentro di me”.
Ringrazio don Adriano per le sue continue preghiere e per quelle di tutto il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione.
Ringrazio soprattutto il Signore che ci ama e ascolta sempre le suppliche dei suoi figli donandoci la sua misericordia.

Gesù ha fatto rinascere l’amore in famiglia

Mi chiamo Nicoletta, ho 28 anni. Con questa testimonianza voglio ringraziare e lodare il Signore Gesù per la misericordia e l’amore che ha per noi peccatori e la Santissima Maria per l’aiuto che ci dà se la preghiamo con fede.
Sono sposata da quasi nove anni, ma ho cominciato la vita coniugale senza sapere cosa significava amare veramente e condividere nel bene e nel male tutto quello che essa comportava. Il tempo passava, io e mio marito non comunicavamo più e ognuno viveva nell’indifferenza ignorandoci. Pensavamo che la nascita di nostro figlio portasse un cambiamento nella nostra vita; nemmeno allora ho saputo gioire e capire che il Signore ci aveva fatto un dono preziosissimo.
Gli anni sono trascorsi molto faticosamente fino a giungere a un punto molto difficile: avevo dolori dalla testa ai piedi, le gambe pesanti, le mani che tremavano e sudavano, fitte al cuore e molte volte non riuscivo a sentire bene e a parlare chiaramente. Ero sfiduciata e confusa da tante paure. Mi sono sottoposta ad esami, ma risultavano nella norma e il medico mi disse che probabilmente era tutto causato dallo stress. Le medicine non mi portarono alcun miglioramento. Sentivo mio marito come un estraneo; lui diventava molto geloso perché pensava che io lo tradissi. Cominciavo a pensare alla separazione. Nonostante tutto, dentro di me, c’era ancora un piccolo desiderio di pregare, ma non trovavo mai il tempo.
Un giorno il Signore ha avuto pietà di me e mi ha fatto incontrare una persona molto paziente, che ringrazio di tutto cuore, la quale ha capito i miei problemi, mi ha dedicato molto del suo tempo parlandomi, consigliandomi di non prendere medicine e di rivolgermi a don Adriano.
Mi sono recata varie volte al Centro di ascolto di via Bossi, ma non riuscivo a dire una parola, però sentivo il calore e la bontà di don Adriano che pregava su di me; ho sentito un forte desiderio di confessarmi per abbandonare tutto ciò che portava disagio nella mia vita. Poi ho cominciato a partecipare, con mio marito, alle celebrazioni eucaristiche nel santuario Nostra Signora della Salute.
Un giorno mio marito mi disse di non essere più geloso come una volta. Quando la tranquillità, la pace e l’amore cominciarono a invadere il mio cuore, una domenica, dopo la Santa Messa, ho ricevuto la dolorosa notizia che mia mamma, di appena 50 anni, era morta improvvisamente. Il dolore per me è stato grandissimo, ma ho sentito una grande forza che mi sosteneva: era la forza di Gesù e di Maria Santissima.
Dopo queste sofferenze ho avuto una grande gioia: mio figlio che abitava con mia mamma, ora vive con me e mio marito. Finalmente siamo riusciti a trovare il modo di stare insieme e ci sentiamo veramente una famiglia.
Ringrazio il Signore Gesù che ci ha sostenuti nel superare tanti momenti difficili e di incomprensione coniugale.
Grazie di cuore a don Adriano per la sua disponibilità e per le sue efficaci preghiere di intercessione e a tutto il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione che mi ha dato anche l’opportunità di trascorrere il più bel capodanno della mia vita nel Monastero abbaziale di Casanova.

MENSA DEI POVERI

Via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione pasti freddi:
domenica e festivi - mattina (ore 9-12).
Tutto l'anno

Distribuzione pacchi famiglia:
mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 16

Mensa preserale calda:
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 10,30
Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

T 011 979 52 90

Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.

Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.