Background Image

La carità ci rende capaci di amare

Carissimi,
percorriamo questo cammino quaresimale, tempo forte per la nostra conversione, esercitando, con fede e amore, la carità di Cristo Gesú nel nostro quotidiano.
Non dimentichiamo che il centro dell’annuncio cristiano è l’amore fraterno e generoso.
Ci dice stupendamente san Giovanni nella sua prima lettera: “Figlioli, questo è il messaggio che avete udito da principio: che ci amiamo gli uni gli altri” (1Gv 3, 11).
In questa quaresima vogliamo intensificare la nostra preghiera e la vita eucaristica per crescere nella carità disponendoci con gesti di amore e con l’esercizio delle virtù umane. Tanti fratelli e sorelle aspettano da noi questo nobile servizio. Noi siamo chiamati ad amare Dio e i fratelli.
Tenendo sempre ben presente che l’amore, la carità di Cristo vissuta intensamente nel nostro vivere, porta sempre grande gioia. Un ateo confidava a un gruppo di credenti: “Io, per il mio ateismo da alimentare, ho bisogno della vostra tristezza. La vostra gioia è la mia crisi”. Scrive Bernanos: “Te lo dico io chi è il contrario di un popolo cristiano: … è un popolo triste”. “Chi non ama – ci dice san Giovanni – rimane nella morte”, nella tristezza… “In questo abbiamo conosciuto l’amore, nel fatto che Egli ha dato la sua vita per noi; quindi anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli” (1Gv 3, 14.16).
Madeleine Delbrêl prega così il Signore e noi con lei: “Signore, insegnaci a indossare ogni giorno la nostra condizione umana come un vestito da ballo, che ci fa amare di Te tutti i particolari. Facci vivere la nostra vita, non come un gioco di scacchi, dove tutto è calcolato, non come una partita dove tutto è difficile, non come un teorema che ci rompe il capo, ma come una festa senza fine, come un ballo, come una danza, fra le braccia della tua grazia, nella musica che riempie l’universo d’amore”.
E Raoul Follereau afferma: “Siate esigenti sul dovere di amare, non cedete, non venite a compromessi, non retrocedete”.
Arricchiamo quindi il nostro cammino quaresimale con la gioia di esercitare sempre la carità di Cristo.

Don Adriano | Marzo 2012

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.