Background Image

Amiamo e celebriamo Maria, Madre di Dio

Carissimi,
anche il mese di maggio ci invita a riflettere su Maria, Madre di Dio, Madre della Chiesa, Madre di ciascuno di noi. Diciamo subito che Dio ha scelto Maria e ha voluto che diventasse sua e nostra Madre. Maria si dona a Dio e si proclama la “serva” del Signore. Entra in dialogo profondo con lui contemplando, pregando e lodando Colui dal quale tutto ha ricevuto in dono, collaborando con lui affinché il suo progetto d’amore si potesse concretizzare per la salvezza di tutta l’umanità.
Maria è la piena di grazia. Dio l’ha voluta così: piena della sua presenza luminosa e gloriosa. Dio si è incarnato in lei per opera dello Spirito Santo e ci ha donato il suo Figlio unigenito per ridare all’umanità la sua grandezza e dignità: mistero d’amore di Dio manifestato totalmente all’uomo, bisognoso di misericordia, di perdono e di compassione, di diventare in Cristo Gesú nello Spirito Santo una creatura nuova ricca della bontà di Dio e della sua misericordia.
Ma guardiamo a Maria, unita a Gesú, Maestra di vita ascetica e altamente spirituale per imitarla nel nostro quotidiano. Lei è la donna credente, accogliente, serva di Dio e del prossimo; donna della contemplazione, della preghiera e della lode a Dio, serva dei poveri e dei bisognosi.
Maria ci rivela nel suo Magnificat che l’Onnipotente ha fatto grandi cose in lei per la redenzione di tutta l’umanità e ci parla della grandezza di Dio che risplende nella sua piccolezza.
Pertanto la sua vita non cesserà mai di magnificare il suo e il nostro Signore, con gioia indicibile nel suo cuore. Maria ci parla dell’importanza che ha il vivere in umiltà il suo essere serva, non solo, ma ci insegna come cercare Gesú, amare Gesú e dove possiamo trovarlo.
Infatti, chi, come lei, conosce l’angoscia della perdita di Gesú, dovrà lanciarsi alla sua ricerca. Ma dove trovare Gesú? Lo troviamo nell’Eucaristia, nella vita sacramentale, nella preghiera, nei poveri, nei malati e nel Vangelo che annuncia il Regno di Dio presente e operante nel cuore del mondo.
Maria è la donna dell’ascolto della Parola di Dio, dell’obbedienza incondizionata a Dio, Padre buono, a Cristo Gesú, allo Spirito Santo.
Ancora, Maria è la donna della carità, e la esercita nel silenzio con tanto amore, delicatezza e tenerezza.
Sant’Agostino riferendosi a Lei, serva del Dio vivente, ci dice: “Santa Maria fece la volontà del Padre e la fece interamente; e perciò vale di più per Maria essere stata discepola di Cristo, anziché madre di Cristo… Orbene… anche voi siete membra di Cristo e corpo di Cristo... E se uno ascolta e fa la volontà del Padre mio che sta nei cieli, egli è per me mio fratello, mia sorella e mia madre” (Agostino, Discorsi 72 A, 7- 8).

Don Adriano | Maggio 2011

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.