Background Image

Amare per donare

Carissimi,
iniziamo un nuovo anno, dono dell’amore di Dio a tutta l’umanità. Un anno che impegna tutti noi a vivere con fede e riconoscenza, la benedizione del Signore, che deve tradursi:
1 – nell’amare Dio che è Trinità d’amore, che è tutto dono all’uomo, creato ad immagine e somiglianza Sua: Dio ci ha amati e perciò esistiamo. Dio ci ha amati e perciò esiste Cristo Gesù per noi. Perché Dio ci ha amati? - ci chiediamo. Per farci dono della gioia di donare amando; per renderci capaci di donare senza riserve, e quindi di amare veramente. L’essenza stessa di Dio, carissimi, è l’amore: perché Dio è amore, è carità (1 Gv 4, 8), e perciò la Sua attività essenziale è quella di amare.
2 – Nell’amare il prossimo, cioè coloro che il Signore ha posto al nostro fianco e sono preziosi perché sono un dono inestimabile del Suo amore, della Sua carità. Però la carità di Cristo ci fa scoprire che esiste anche il prossimo povero, sofferente, bisognoso di sentirsi amato, indigente da diversi punti di vista: fisico, economico, sociale, culturale, spirituale, etico, religioso.
Nell’Ultima Cena Gesù ci dice stupendamente: “Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri” (Gv 13, 34-35).
Nell’amare, carissimi, noi realizziamo la dignità più alta della nostra persona; non solo, ma ritroviamo il nostro essere ad immagine e somiglianza di quel Dio che è carità. È bello tenere presente nel nostro cuore la figura di San Giovanni evangelista, il grande innamorato di Dio, “il discepolo che Gesù amava”, perché in lui ci siamo e vogliamo essere anche tutti noi; colui, cioè, che Egli ha formato all’amore, perché vivesse l’amore, la carità e Lo facesse amare.
Fissiamo i nostri occhi in Dio che è Trinità d’amore, e impariamo ad amare! Non si può amare senza amare qualcuno fuori di sé. Dio è “Padre”, Egli genera il “Figlio” espressione del Suo amore, e lo ama. Esprime tutto il Suo amore a questo Figlio. Il Figlio accoglie questo amore e gli risponde con l’amore. Questo amore in Dio è lo Spirito Santo che procede dal Padre e dal Figlio, ed è il loro Amore, il nostro amore. Lo Spirito Santo è dono; tutto nello Spirito Santo è donato. Egli ama Quelli che, tramite il loro amore, sono ciò che Egli è: l’Amore.
Pertanto chi ama Dio con la misura della totalità, ama anche il prossimo e se stesso con la totalità della carità. Tu ama e sarai pienamente benedetto dal Signore! Amen

Don Adriano | Gennaio 2010

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.