Background Image

Benedire questo tempo

Dopo questo periodo travagliato, con tutta la buona intenzione che sentiamo dentro, ogni tanto spunta fuori la delusione. Infatti, sedersi sui resti di quella che era la propria vita e iniziare a piangere sarebbe persino comprensibile. Eppure la Parola di Dio non solo incoraggia a pensare che in qualunque momento della vita si può ricominciare, ma invita anche a ricordare che Dio non abbandona mai il suo popolo se gli prepariamo la strada. Dio ci raggiunge, ma se innalziamo barriere fatte di sfiducia, ironia, pregiudizio e autosufficienza saremo noi stessi a tenerlo fuori dalla nostra vita. Chiamati a vivere la profezia di un impegno maggiore nell’attesa dell’ora di Dio, noi membri del Cenacolo dell’Eucaristia come tutti i cristiani, diventiamo una luce per chi non ha la benedizione di conoscere la bellezza della fede cristiana. Quindi, la preparazione del tempo di Natale non è solo un passare del tempo, occorre spianare tutto quello che ci impedisce di guardare lontano, ciò che rende tanti cuori chiusi e che in realtà evitiamo di nominare apertamente: la paura. Bisogna innalzare quelle valli di delusione e scoraggiamento nelle quali siamo precipitati, così come tutti quanti dobbiamo abbassare le montagne dell’orgoglio che non ci fanno vedere gli altri e i loro bisogni. Non possiamo cercare il benessere proprio senza sistemare il terreno accidentato delle nostre relazioni per poter raggiungere gli altri senza farci male. Questa è la sapienza di chi sa benedire questo tempo!

Lasciare il passato, nuovo inizio
Ogni inizio richiede il coraggio di separarsi dal passato e con entusiasmo abbracciare il dono del futuro. L’inizio è un invito a guardare avanti anche quando l’orizzonte è ben lontano da noi. Sappiamo bene che quando siamo bloccati facciamo fatica a liberarci dal peso della delusione. Forse anche per questo, nel Vangelo di Marco, l’inizio è segnato anche da un gesto profondamente significativo; l’inizio è segnato infatti dal battesimo (cf. Mc 1,2), cioè da un’immersione nella morte, per lasciare l’uomo vecchio e prendere su di sé l’abito dell’uomo nuovo. A ben guardare è la dinamica di ogni cammino che riprende: c’è un passato da consegnare e un futuro da percorrere. Certo, il futuro è pieno di incertezza e di rischio, per questo a volte preferiamo la sofferenza presente e sicura piuttosto che intraprendere un cammino dall’esito sconosciuto. Ecco perché la Parola di Dio ci incoraggia, perché chiaramente da soli non saremmo mai in grado di buttarci in questa vita che ci aspetta.
È una consapevolezza che anche Maria, Madre di Dio, ha servito per approfondire la sua relazione con Dio, con il mistero che portava nel suo grembo. È dunque doveroso imparare bene l’arte della custodia del cuore, esercitandoci nello scrutare la nostra intimità. Solo così possiamo ravvivare il desiderio di vivere come la Vergine Maria, sempre disponibili a fare la volontà di Dio e a portare l’amore di Dio ai fratelli. Ha senso, infatti, pregare con le parole del Canto di Gen Rosa, Come Maria: Vogliamo vivere, Signore, accesi dalle tue parole per riportare in ogni uomo la fiamma viva del tuo amore. Nella sua creatività infinita, Dio ci propone questo inizio con una nascita, quella del suo Unigenito Figlio. In quell’evento ormai camuffato dal mondo commerciale, noi dobbiamo ancora vedere la mano di Dio che con premura ricupera la bellezza dell’uomo. Dunque, per apprezzare meglio l’opera di Dio nella propria vita, cerchiamo di praticare l’arte del leggersi dentro. Solo chi sa guardarsi alla luce della Parola può capire il senso del cammino trascorso.

Buona preparazione e buon Natale a tutti!
Don Nicholas Kirimo

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.