Background Image

Il perdono guarisce

Sin da quando ero bambina vissi una vita piena di rancore, rabbia, invidia. Ero accecata dalla gelosia per la nascita del mio fratellino, rancore trasformato in odio nei confronti di mia mamma. Non riuscivo a vivere una vita normale perché ero timidissima, insicura e piena di complessi, specialmente quello di inferiorità e desideravo tanto essere aiutata. Avevo difficoltà di relazionarmi, arrossivo fortemente, evitavo di parlare e avevo paura della gente. Durante il mio percorso scolastico mi caricavo di sensazioni negative; dentro di me criticavo tutti.
Eppure avevo la certezza che c’era qualcuno lassù…
Poi, incontro l’uomo che è diventato mio marito: persona socievole, capace di relazionarsi con tutti e speravo che lui in qualche modo mi aiutasse; ma lui non capiva e io, invece di essere dolce, perchè non ne ero capace, pativo, ma non riuscivo ad esserlo, rispondevo sempre in malo modo. Era un incubo sedersi a tavola con i miei familiari e con i suoi. Appena volgevano lo sguardo verso di me arrossivo, divenivo di fuoco. Quindi mi sono ritirata dal mondo; stavo sempre chiusa in casa.
Ho partorito una bellissima e bravissima figlia e con lei, dovendo uscire di casa, ho rivissuto le brutte sensazioni che avevo sperimentato. Non mi sentivo bene nel ruolo di madre; pensavo che sarebbe stato meglio senza di me essendo troppo timida e desideravo farla finita.
Allora inizio un percorso di yoga però, dopo dieci anni, mi accorgo che sono quasi allo stesso punto. Incontro una grande donna che mi aiuta, e nel frattempo metto al mondo il secondo figlio, poi un terzo, ma le difficoltà ci sono sempre.
Faccio un percorso di reiki, ma niente da fare, sono sempre nelle mie difficoltà anche se sto lavorando un po’ e questo mi aiuta, ma cerco sempre di evitare la gente per non arrossire. Nessuno riesce a capirmi; provo tante cose ma non mi sblocco.
Per fortuna sentivo che lassù “Qualcuno c’era”. Sono arrivata a 61 anni. Parto per Medjugorjie, è da un po’ che lo desideravo; eravamo un gruppo con 10 camper; un’esperienza bellissima. Ad un incontro con la veggente Marja lei dice di “donare il cuore a Gesù”, e nello stesso momento sento il desiderio fortissimo e dico: “Gesù dono il mio cuore a te”. E per tutta la durata del pellegrinaggio le mie guance sono state bagnate da calde lacrime, e lì ho depositare il mio passato.
Lì incontro una cara amica, con la quale al ritorno mi sono sentita frequentemente, che mi invita a contattare don Adriano. L’incontro avviene in corso Regina dove, mentre aspettiamo, mio marito prende il giornalino che riporta il programma delle celebrazioni eucaristiche, delle preghiere di intercessione per la guarigione dei malati e dell’adorazione eucaristica al Monastero di Casanova. Era il mese di ottobre 2013 quando abbiamo iniziato a partecipare alle celebrazioni, e da allora non mi perdo nessuna messa. Ho incominciato a pregare con fervore e a rivolgermi spesso a don Adriano per una preghiera intensa di liberazione e di guarigione e a partecipare con più attenzione alla santa messa, al rosario e all’adorazione.
Ora continuo a partecipare alle celebrazioni di don Adriano e a confessarmi con più frequenza. Ho iniziato un cammino di conversione: ho capito, grazie alle preghiere, alle celebrazioni eucaristiche e all’insistenza di don Adriano che invita sempre tutti a perdonare per guarire da ogni ferita, e pian piano si sono sciolte tutte le mie rabbie, rancori, odio e invidia.
Ora sono una persona con un cuore nuovo e sto vivendo una vita più serena e più fiduciosa. Inoltre ho iniziato a dialogare con mia mamma, con mio marito e con i miei figli.
Rendo grazie a Gesú misericordioso per la compassione che ha avuto nei miei confronti nel liberarmi da ciò che per anni mi ha fatto parecchio soffrire.
Grazie anche a don Adriano.

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.