Background Image

Cisti scomparsa

Era un periodo difficile per la mia famiglia: mancanza di lavoro, di salute e problemi con i figli, ma io pregavo Dio di donarmi forza e coraggio perché stavo lottando, ma da sola non potevo farcela più.
Ho conosciuto don Adriano in maniera molto singolare; mentre navigavo su internet ho visto la foto di un prete, un numero di cellulare, un nome: don Adriano Gennari. Ho capito subito che era un sacerdote speciale e io ero desiderosa di conoscerlo.
Ho aspettato un po' prima di telefonargli e solo nei primi giorni di agosto 2017 mi sono decisa a mettermi in contatto con lui. Mi risponde al secondo squillo con un "ecco" forte e allegro come se mi conoscesse da sempre, e invitò me e la mia famiglia a partecipare agli esercizi spirituali del 17 agosto nel Monastero di Casanova.
Fu così che don Adriano entrò nella mia vita e in quella della mia famiglia con le sue messe, con le preghiere di liberazione e di guarigione che sono diventate per noi un “cibo” di cui non possiamo più fare a meno.
Le cose sono andate un po' meglio fino al 17 novembre quando sono stata ricoverata per una infezione alle vie urinarie. Dopo una serie di esami invasivi, ecografie e tac, i medici mi diagnosticarono una dilatazione alle vie urinarie di sinistra con l'uretere che si riduce di calibro nel tratto distale, mentre il tratto stenotico è improntato da una cisti di 35mm.
 Gli urologi riuniti in equipe mi spiegarono che, per non far ammalare il rene, avrebbero dovuto intervenire d'urgenza posizionando un doppio stent che avrei dovuto cambiare ogni quattro mesi fino a quando, in accordo con il ginecologo, avrebbero potuto togliere la cisti e ricostruire l'uretere artificialmente.
Solo sette mesi prima avevo subito un intervento ginecologico devastante e un altro dieci anni fa; il mio ventre ora sembra una cartina geografica. Comunque, se l’intervento era da fare, mi dovevo far coraggio e basta. Era il 20 novembre.
Nel frattempo, la sera del 19 novembre, mia figlia mandò un messaggio a don Adriano chiedendogli delle preghiere per me.
Don Adriano, alle 23 e 25 del 20 novembre 2017 rispose con un messaggio vocale: "Giulia, ti tengo in preghiera. Prego tanto per la tua mamma che possa guarire presto. Buonanotte". Ma questo è stato ascoltato solo il mattino successivo.
Alle otto del mattino del 21 novembre ero pronta per l'intervento, quando arrivò un nuovo urologo che, chinandosi sul mio letto, mi comunicò che non mi avrebbe operato poiché per lui non era la soluzione giusta. Mi spiegò che prima bisognava contattare anche il ginecologo che mi aveva operato precedentemente, poiché era un medico meritevole della sua stima.
La mia salute intanto è migliorata di ora in ora e il 22 novembre sono stata dimessa.
Come da calendario dei medici dell'ospedale, il 28 novembre sono andata a fare la visita ginecologica all’ospedale S. Anna e il mio ginecologo mi ha sottoposta all'ecografia vaginale; poi, non soddisfatto a quella addominale e di nuovo ha ripetuto quella vaginale perché la cisti di 35mm non c'era più, era sparita e l'uretere non era più schiacciato. Io ero sana come un pesce, ma altri medici dovevano ancora visitarmi per altri accertamenti.
All'ospedale Molinette, il 3 gennaio 2018, ho fatto l'ecografia renale, e anche qui tutto è risultato normale. Quando l'urologo mi ha controllato si è complimentato con me per la guarigione, ma non ha saputo spiegarmi dov'è finita la mia cisti. Solo la dottoressa del day-hospital mi ha abbracciata e mi ha detto che ero guarita e che alle volte la scienza non è in grado di spiegare delle guarigioni come questa.
Io però, lo sapevo chi aveva operato in me la grazia della guarigione: è stato il Signore con la potenza della sua compassione! Pertanto rendo lode al Signore e lo ringrazio con tutto il cuore per la mia guarigione.
Ringrazio anche don Adriano per le sue preghiere di intercessione.

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.