Background Image

Testimonianze

Le testimonianze sono depositate presso la sede dell'Associazione Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione.

Tumore al seno

Il 2 gennaio 2019 muore mia madre a causa di un ictus e questa perdita crea in me una terribile angoscia e una profonda disperazione ma grazie alla vicinanza di mia cognata, mio fratello e della mia cara nipote riesco a superare questo triste periodo. Dopo poco, però, mi reco dal medico di famiglia in quanto sento al seno destro come una nocciolina; il dottore, visitandomi, conferma esserci e mi prescrive mammografia ed ecografia. Dai risultati dei referti i medici sospettano un tumore quindi repentinamente mi sottopongono ad ago aspirato e, attraverso la biopsia, viene confermato un carcinoma maligno di 4 cm. A questo punto mi rivoltano come un calzino facendomi analisi del sangue, scintigrafia ossea, ecografia addominale, tac con e senza mezzo di contrasto in quanto il pericolo di metastasi è alto visto che il male alloggiava in me da 4 o 5 anni, terminati tutti gli esami la diagnosi formulata è: carcinoma maligno di terzo grado.
A questo punto il mio amore immenso verso Gesù diventa la mia unica fonte di salvezza. Mi reco alle funzioni di don Adriano e già durante la celebrazione eucaristica chiedo alla Madonna l'intercessione presso il Signore e successivamente, durante l'adorazione presento a Gesù la mia grave situazione domandandogli la grazia della guarigione.
Vado da don Adriano sia spiegando la mia grave situazione di salute sia per chiedere preghiere. Lui prega intensamente invocando su di me la potenza dello Spirito Santo e mi promette di tenermi in preghiera. Io in questo momento tanto delicato avvertivo la costante presenza di mia madre e di mio padre mancato da tre anni.
Arriva il giorno dell'operazione il 30 aprile 2019 con la grande paura di non svegliarmi o di svegliarmi senza un seno, invoco la presenza di Gesù e Maria e sempre con la consapevolezza della vicinanza dei miei amati genitori.
L'operazione dura 30 minuti e, con lo stupore di chi mi stava aspettando arrivo in reparto sveglia e dopo un'ora ero già in piedi.
Adesso la prima tappa era superata, La seconda riguardava la terapia a cui avrei dovuto sottopormi. Visto con gran stupore che non erano presenti metastasi l'oncologo decide di non farmi fare la chemioterapia ma 20 sedute di radioterapia e una compressa a base di ormoni come prevenzione. Terminata la terapia mi sottopongo ad analisi e continua ad essere tutto negativo.
Desidero rivolgermi a coloro che sono colpiti da tumore di non angosciarsi e di affidarsi a Gesù fonte di amore e di salvezza e a Maria che, essendo nostra Madre, sempre intercede per noi.
Questa mia testimonianza vuole quindi essere un ringraziamento al Signore e, ovviamente, a don Adriano che, per mezzo delle sue preghiere d'intercessione mi è stato di grande aiuto.

Guarigione agli occhi

Desidero dare testimonianza della grazia ricevuta.
Nel 2016 scopro di soffrire di corioretinopatia (patologia dell'occhio che consiste nello scollamento della parte centrale della retina) che causa una visione molto sfocata. A questo punto iniziano le visite dall'oculista e le cure farmacologiche.
Nel 2018 le medicine non sono più sufficienti, così lo specialista mi dice che, per evitare danni più gravi devo sottopormi a terapia laser. L'intervento è riuscito benissimo; ricomincio a vedere in modo chiaro.
Dopo circa un anno, durante la mia consueta lettura serale della Bibbia, mi accorgo che qualcosa non va: il problema è ritornato, non riesco più a leggere e non riesco neppure a distinguere le lettere!
Il panico mi assale tanto da prenotare subito un controllo dall'oculista. Passa circa una settimana e, su consiglio di mio marito vado da don Adriano, partecipo alla celebrazione eucaristica per strappare al Signore la Grazia della guarigione. Intanto inizio anche a bagnare l'occhio con l'acqua benedetta dallo stesso sacerdote. Dopo qualche giorno mi rendo conto che la preghiera iniziava ad avere il suo effetto: qualcosa stava cambiando. Apro la Bibbia nuovamente per verificare se qualcosa è mutato e, con grande sorpresa, scopro che ricomincio a distinguere chiaramente le parole.
Non avevo più la visione offuscata! Mi sottopongo al controllo dallo specialista il quale mi dice che che il mio occhio è nella norma e non si spiega il motivo per cui il problema si sia presentato e poi si sia risolto senza aver effettuato nessuna cura.
Ringrazio il Signore per avermi ridonato la vista tanto preziosa e Don Adriano per le sue preghiere d'intercessione, per la sua disponibilità all'ascolto di tutti coloro che si trovano nella sofferenza e nella malattia e, soprattutto per il dono dell'Eucaristia a cui partecipiamo assiduamente.

Trapianto di rene

Tramite una carissima amica sono venuta a conoscenza di don Adriano e degli incontri di preghiera che si tengono nel Monastero abaziale di Casanova.
Circa sette anni fa, all’età di 47 anni, ho iniziato la dialisi per insufficienza renale con annessi problemi che peggioravano mensilmente. La possibilità di entrare in lista per il trapianto mi venne data solo dall’ospedale san Martino di Genova, ma periodicamente venivo sospesa da questa lista per vari problemi di salute che continuavano a presentarsi.
Dopo l’ennesima visita a Genova, il 20 ottobre 2018, mi venne annunciato che per la gravità delle mie condizioni di salute sarei rientrata in lista attiva.
Stavo molto male e le speranze di essere chiamata per affrontare questo intervento erano sempre più scarse. Trovavo un pochino di sollievo nei periodi più difficili solo nella preghiera.
Finalmente, il giorno della festività dell’Immacolata 8 dicembre 2018, durante una seduta di dialisi, ho ricevuto la chiamata dall’ospedale di Genova per il trapianto di rene.
Sono partita tranquilla e serena fiduciosa che l’operazione sarebbe andata bene affidandomi a Gesù e alla Madonna.
Dopo un periodo post operatorio molto difficile, sono ritornata a casa nel mese di febbraio 2019. Solo ad aprile sono riuscita ad andare nel Monastero di Casanova per ringraziare il Signore che mi ha aiutata spiritualmente e fisicamente in questi periodi molto difficili e affidando il mio donatore nelle sue mani.
Ora, dopo tanta sofferenza, mi sento bene tanto che ho ripreso a partecipare assiduamente alle celebrazioni eucaristiche.
Ringrazio don Adriano e tutto il Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione per le preghiere di intercessione e per il costante aiuto morale e la forza che ho ricevuto per affrontare e superare i problemi relativi a questo intervento.

Altri articoli...

MENSA DEI POVERI

Opere caritatevoli per i poveri
Mensa via Belfiore 12, Torino
Guarda la mappa


Distribuzione sacchetti pasto:
domenica e festivi dalle ore 9.00 alle 12.00
Distribuzione pacchi viveri alle famiglie bisognose:
sabato dalle ore 9.00 alle 12.00
Mensa preserale calda per i senzatetto:
da lunedì a venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 

  SCOPRI COME AIUTARE LA MENSA  

CENTRO DI ASCOLTO

Corso Regina Margherita 190
10152 Torino
Guarda la mappa
T 011 4377070
info@cenacoloeucaristico.it

Orario di ricevimento:
Lunedì dalle 7,30 alle 9,30
Giovedì dalle 13,30 alle 16,30

Nei centri di ascolto di Torino e Casanova continua l'accoglienza rispettando le norme vigenti relative al distanziamento e all'uso della mascherina

CASA DI SPIRITUALITÀ

Monastero Abbaziale Cistercense di Casanova. Carmagnola (Torino)
Guarda la mappa

Vai alla pagina dedicata
T 011 979 52 90
Aperto ogni domenica e festivi dalle 15 alle 18.
Don Adriano riceve il sabato dalle 6,30 alle 11. Segue celebrazione eucaristica.
Per partecipare alle celebrazioni a Casanova presiedute da don Adriano, è possibile prenotare il pullman telefonando a Michelina al numero 349.2238712. Partenza da Settimo T.se ore 13,00 – Da Piazza Maria Ausiliatrice – Torino ore 13,45.